Il noce rispunta, il cerchio si chiude. La sesta e ultima puntata di Il terzo paesaggio

Con in tasca una noce, trovata sotto un albero di Benevento, andiamo a conoscere storie e segreti della città campana. Si narra che proprio sotto un noce si riunivano uomini e donne sin dai tempi dei longobardi, per celebrare riti pagani e religiosi. Quel noce, si dice, fu abbattuto nel 663 d.C. dal vescovo Barbato, che gli strappò le radici per edificare al suo posto una chiesa. Ed è proprio in una chiesa chiudiamo il nostro viaggio. Torniamo a Roma, il punto di partenza. Questa volta siamo al rione Esquilino, tra le mura di Santa Bibiana. Ai piedi della santa, raffigurata in una splendida statua di Gian Lorenzo Bernini, spunta un ciuffo d'erba....

Il nostro viaggio alla scoperta di Il terzo Paesaggio finisce qui, ma il sito, le puntate, gli articoli, rimangono a disposizione di tutte e tutti voi. La speranza è che la ricerca possa continuare, con nuove storie, testimonianze, scoperte.

La squadra di Il terzo Paesaggio vi saluta e vi ringrazia per l'attenzione!

Read More

"Chi benedice i miei anelli?". Ascolta la quarta puntata di il Terzo Paesaggio

“La miglior medicina per un malato è il medico stesso, la relazione che instaura con lui”. Lo spiega il dottor Schianchi, un medico di base che da qualche tempo ha introdotto nel suo corso di formazione per laureandi in medicina una serie di lezioni sulla pratica delle segnature del fuoco di Sant'Antonio. In questa quarta puntata di "Il terzo paesaggio", ascoltiamo il suo punto di vista, proseguiamo con una raccolta di testimonianze di strada tra scettici e increduli e andiamo a casa di un'erborista, che da qualche anno si è fatta benedire due anelli ...

Per saperne di più, ascoltate la quarta puntata di "Il terzo paesaggio"

Read More

La cura per la sciatica? Me l'hanno spiegata gli apostoli Pietro e Paolo. La terza puntata di Il Terzo Paesaggio

E’ il 1974, Saarbrücken, Germania. Maurizio Cancelli è arrivato da pochi giorni. Nel portabagagli trasporta i suoi quadri e le sue opere d’arte. L’idea, su spinta di un amico gallerista, è di provare a dare lì una svolta alla sua carriera d’artista. E’ sera, Maurizio sta seduto in una tavola calda, arriveranno tre ragazzi tedeschi, succederà qualcosa.... Il giorno dopo, alle dieci del mattino, Maurizio Cancelli salirà sulla sua Ford Escort verde 1100, alla volta di casa: Cancelli, in Umbria. Da quel giorno vivrà sempre lì.

Siamo andati a torvarlo, Maurizio. Ormai da anni ad abitarci c’è solo lui, ma le visite non mancano. Gente comune di ogni estrazione sociale, vescovi, sportivi, contadini, politici e operai che continuano a salire sino al piccolo borgo, in nome di un’antica tradizione. Vengono a godere di un dono che gli apostoli Pietro e Paolo misero nelle mani della famiglia Cancelli duemila anni fa...

Per saperne di più, ascoltate la terza puntata di "Il terzo paesaggio", o scaricate il podcast

Read More

Hai il fuoco di Sant'Antonio? Mandami un WhatsApp. È online la seconda puntata di il terzo paesaggio

Una delle prime persone che abbiamo incontrato a Reggio Emilia si chiama Piero. Lo abbiamo conosciuto casualmente, durante una cena. Programmatore informatico, Piero si trovava ad Amsterdam per lavoro quando è stato colpito dal fuoco di Sant'Antonio. Dopo tre giorni di terapia ordinaria, non vedendo nessun miglioramento, Piero ha deciso, su consiglio di un amico, di telefonare a una "segnatrice di fuoco" della Bassa emiliana ... cosa è accaduto dopo? Non ve lo anticipiamo, lo ascolterete voi stessi, possiamo però dirvi che la sua storia è simile a quella di altre donne e uomini che abbiamo conosciuto e intervistato nella provincia di Reggio Emilia, entrate in contatto casualmente o per volere con un "segnatore" o una "segnatrice".

Dopo aver parlato con i "pazienti", siamo poi andati a conoscere proprio loro, i guaritori. Le loro voci, le loro storie, nella seconda puntata di Il Terzo Paesaggio (clicca qui)

Il terzo Paesaggio è disponibile anche in podcast

Read More

Da una botte unica al mondo a un segreto valdostano. La prima puntata di Il Terzo Paesaggio

Santa Maria della Scala, nel cuore di Trastevere, a Roma, è stata per secoli la sede della prima farmacia della capitale: una spezieria dove venivano lavorati, conservati e venduti preparati erboristici. Oggi il laboratorio è visitabile solo su appuntamento, ci siamo andati e abbiamo scoperto una botte contenente l’ultimo residuo al mondo del primo farmaco della storia della medicina mediterranea: la teriaca. Panacea, contro tutti i mali, il preparato ha curato imperatori e papi, da Mitriate a Nerone, sino ai giorni nostri.

 Infilare la testa in quella botte è stata un’esperienza unica … ci siamo domandati quante ricette, formule e rimedi del passato siano conservati in luoghi nascosti e remoti … ed è così che siamo approdati a Jovencan. Il piccolo paese della Val d’Aosta ospita dal 2011 la Maison des Anciens Remèdes, un museo etnografico sugli antichi rimedi del territorio e un centro studi presieduto da un comitato scientifico. Il piano terra del museo è dedicato al “Secret”, un insieme di formule di guarigione che da secoli si tramandano nei territori valdostani, è lì che abbiamo potuto guardare dei video, l’ultimo ritraeva un’anziana signora…

Read More

Stiamo per partire...

...intanto un primo assaggio sonoro

Un progetto radiofonico e fotografico racconta la storia di uomini e donne detentori di un dono speciale. Sei episodi, molte storie, decine di testimonianze da ascoltare, guardare, approfondire a partire dal 9 aprile. Un lavoro realizzato grazie all’Associazione Sabrina Sganga e con il contributo del Wwoof

In un tiepido autunno romano, una ricercatrice inciampa in una botte contenente l’ultimo residuo al mondo di un farmaco messo a punto da Andromaco il Vecchio, medico di Nerone. Si chiama “teriaca” ed è una panacea miracolosa. La sua ricetta, giunta sino a noi grazie al passaparola, per oltre due millenni ha dato sollievo a donne e uomini affetti dai mali più disparati.

 Quali altre ricette, formule, parole, pozioni e riti di guarigione tramandati nei secoli continuano a vivere e a essere praticati nel nuovo millennio? Il contenuto della botte e il suo odore inebriante sono stati l’ispirazione per un lungo viaggio, dalla Val d’Aosta alla Campania, sulle tracce di chi conserva tradizioni e conoscenze ancestrali, mantenendo intatti i significati del passato e arricchendone i contenuti grazie all’utilizzo delle moderne tecnologie.

 Una botte, uno smartphone, due anelli, una Ford Escort 1100, una bottiglia d’acqua, un albero di noce. Sei indizi su cui sono state costruite sei storieSei audio documentari corredati dalle fotografie dei luoghi e dei personaggi incontrati nel corso di un’avventura durata oltre un anno, tra segnatori del fuoco di Sant’Antonio e guaritori di sciatica, aggiustaossa e segnatrici di storte.

 Il risultato è il quadro di un’Italia profonda, tenace, attenta, curiosa e orgogliosa della sua storia. E’ la rappresentazione di un terzo paesaggio, una realtà che non balza agli occhi immediatamente, ma che, a scavare solo un poco, emerge con forza ed energia.

 Dal 12 aprile, ogni sette giorni, sarà pubblicato un episodio, da ascoltare su ilterzopaesaggio.com e in podcast. Il sito ospita anche fotografie di luoghi e personaggi incontrati nel corso della ricerca, interviste extra, suggerimenti bibliografici e approfondimenti; ma il viaggio inizia già oggi, 9 aprile, con un audio introduttivo che vi prepara alla partenza (disponibile qui).

 Il terzo paesaggio è un progetto radiofonico di Marzia Coronati, realizzato insieme ad Andrea Cocco e Marco Stefanelli, con le fotografie di Gabriele Lungarella, Cristina Panicali, Noemi De Franco e le musiche originali di Dario Coletta.

Il Libro_il Terzo Paesaggio -_MG_1267.jpg

3, 2, 1 ...

Ci siamo quasi.

Il 9 aprile taglieremo il nastro virtuale del sito del progetto "Il Terzo Paesaggio. Ricette, preghiere e formule di guarigione nel nuovo millennio". Una serie radiofonica in sei puntate, una raccolta di fotografie di luoghi e persone,  un cassetto pieno di interviste audio, un elenco di siti e consigli di lettura per approfondire, tutti disponibili all'interno di questo sito. 

Il nostro viaggio è iniziato a Roma, più precisamente all'interno di una misteriosa botte. Da lì in poi abbiamo deciso di mollare gli ormeggi. Ci siamo lasciati trascinare da indizi, racconti e segnalazioni che ci hanno portato lontano, dalla Val D'Aosta alla Campania. Seguendo la storia di sei oggetti abbiamo costruito sei episodi, da ascoltare a partire dalla prossima settimana. Nel frattempo, qualche primo frammento sonoro....

3-2-1_Terzo Paesaggio @ Gabriele Lungarella-_MG_0233.jpg