Hai il fuoco di Sant'Antonio? Mandami un WhatsApp. È online la seconda puntata di il terzo paesaggio

Una delle prime persone che abbiamo incontrato a Reggio Emilia si chiama Piero. Lo abbiamo conosciuto casualmente, durante una cena. Programmatore informatico, Piero si trovava ad Amsterdam per lavoro quando è stato colpito dal fuoco di Sant'Antonio. Dopo tre giorni di terapia ordinaria, non vedendo nessun miglioramento, Piero ha deciso, su consiglio di un amico, di telefonare a una "segnatrice di fuoco" della Bassa emiliana ... cosa è accaduto dopo? Non ve lo anticipiamo, lo ascolterete voi stessi, possiamo però dirvi che la sua storia è simile a quella di altre donne e uomini che abbiamo conosciuto e intervistato nella provincia di Reggio Emilia, entrate in contatto casualmente o per volere con un "segnatore" o una "segnatrice".

Dopo aver parlato con i "pazienti", siamo poi andati a conoscere proprio loro, i guaritori. Le loro voci, le loro storie, nella seconda puntata di Il Terzo Paesaggio (clicca qui)

Il terzo Paesaggio è disponibile anche in podcast

 foto di Cristina Panicali

foto di Cristina Panicali